Generatore automatico di
la nuova crypto-moneta rivoluzionaria (since 2017)
Nell'era del digitale, che è anche l'era dell'economia 4.0, assistiamo ad un fiorire di monete virtuali che, pur partendo da presupposti etici e sicuri, si prestano a diventare strumento di speculazione esponendoci ai più rischiosi raggiri.

Con il vogliamo conservare il sapore della vecchia moneta pur non negandoci i vantaggi delle cyber-valute.
Questa semplice applicazione vi permette di stampare un numero illimitato di e procedere a pagare ai vostri acquisti senza il timore della pirateria informatica.

Il bottone del Generatore automatico di genera un numero casuale di banconote in un numero da uno a venticinque.
A voi stamparla, tagliare le banconote, unire il fronte col retro e il è pronto per essere speso.

L'operazione può essere ripetuta per un massimo di tre volte al giorno perché, col , bisogna anche saper aspettare.

Il è una valuta legalmente riconosciuta?
Nessuna valuta digitale è ufficialmente riconosciuta, eppure se ne conoscono ed usano molte.
La prima e più nota è il Bitcoin che viene cambiato oggi a più di 2000 euro.
La più snob è l'Ethereum, promossa e supportata da un consorzio di banche svizzere e multinazionali.
Nulla vieta nei fatti che avvengano delle transazioni economiche con delle monete non statali. Per altro gran parte del mercato della finanza speculativa funziona in questo modo.
Ad oggi si stima che il mercato delle crypto-valute si aggiri intorno ai 70 miliardi di dollari
Queste non si possono dire né legaliillegali. Ci sono e basta.
Il contribuisce oggi con una piccola quota, che però crescerà presto.
Il non è una valuta Pubblica
Nessuna valuta può dirsi propriamente pubblica.
Anche molte Banche Centrali degli Stati, tra cui quella italiana, sono dei consorzi di banche private che forniscono un servizio agli Stati Nazionali. Sono delle società di diritto pubblico con un azionariato di capitale bancario privato.

tha C@mpany ha capitale iniziale infinito e, grazie a questo suo status superiore, non intende in alcun modo legarsi, né ora né mai, ad un paese piuttosto che ad un altro.
Il è e restarà sempre una moneta internazionalista.
Cosa posso farci con i ?
Facile, li stampi, li incolli (fronte e retro) e li usi, come ogni altra moneta.
A differenza delle altre monete, però, se non ne hai a sufficienza ne puoi stampare ancora.
Il rispetta il motto a ciascuno secondo i suoi bisogni da ciascuno secondo le sue possibilità.
Ma se non me li accettano?
Se qualcuno non vuole il convincilo. Tutte le monete di scambio, di qualsiasi cosa siano fatte, funzionano perché chi le scambia ci crede, gli dà fiducia.
Ci sono stati tempi recenti in cui alcuni enti ocali hanno emesso delle monete di piccolo taglio per sopperire alla mancanza di spiccioli.
L'Ecoroma a Roma, lo Scec a Napoli, il Kro in Calabria, il Thyrus a Terni, il Tau in Toscana, sono delle monete locali alternative emesse dalle amministrazioni per favorire lo scambio interno.
Ciascuna di queste è in grado di funzionare nella misura in cui gli attori che partecipano alla transazione economica sono concordi nel ritenerlo un mezzo di scambio valido, ne hanno fiducia.
Solo che talvolta questa "fiducia" è imposta con la forza del ricatto e della legge.
Per esempio il sistema fiscale si basa escusivamente sule monete statali. La legge, in questo caso, impone l'uso della valuta nazionale.

Il si afferma con la forza della ragione e del riconoscimento reciproco tra le persone.
Ogni donna (o uomo) convinta ad usare i è una donna (o un uomo) più saggia (o) e più libera (o).
Bene, ora mi metto a stampare i e divento ricchissimo!
Sbagliato, con i la ricchezza non ha più senso.
Affinché ci sia un ricco (in denaro) devono esistere dei poveri. Ma poiché chiunque può stamparsi tutti i che vuole, nessuno potrà più essere ricco come nessuno sarà più povero.
L'anno in cui il raccolto sarà magro ci sarà meno farina per tutti, l'anno in cui la pesca sarà ricca tutti potranno saziarsi.
Una cosa normale, insomma.
Ma con i non c'è il data mining
No, non c'è.
Il Data mining serve per costruire il tesoretto di partenza per le ordinarie cyber-valute. La massa critica di ricchezza per dare l'avvio al sistema.
In verità questa non è una prerogativa della crypto-moneta, anche il capitalismo industriale si è dovuto procurare un tesoretto sulle spalle di agricoltori ed artigiani.
Questa forma di primitivo saccheggio delle risorse disponibili va col nome di accumulazione originaria.
Come la Rivoluzione Industriale fu foraggiata dal saccheggio delle campagne, il BitCoin ha prodotto una base iniziale di spesa regalando moneta con il Data Mining.
Noi non ci facciamo questi problemi.
non necessita di alcuna forma di saccheggio, ruberia o qualsivoglia artificio normalmente utilizzato dalle economie capitalistiche.
in virtù della sua infinita disponibilità si basa su quel che c'è: si stampi e si scambi!.
Però il richiede l'uso di una stampante, colla, carta e toner...
Purtroppo è vero.
Però puoi facilmente spiegare a colui con cui lo scambi che può essere inutile farsi dare una banconota che puo' anche generarsi da solo.
Se ciò non bastasse dovete aspettare, stiamo aggiornando il software in modo da permettervi di inviare l'immagine della banconota senza doverla stampare.

Come dicono gli inglesi: stay tuned.
C'è un jingle?
No, non abbiamo una colonna sonora. Però, se volete, potete sempre ascoltare Sixteen Tons e starvene lieti.
L'idea mi piace, chi posso contattare?
Per contatti tha C@mpany.

Per feedback scrivete a beagle(at)trecappelli.it

tha C@mpany
(english version is coming soon)